Dieta equilibrata: tutti i consigli utili

Seguire una dieta equilibrata ed uno stile di vita attivo sono gli elementi basilari per mantenersi in salute e prevenire alcune malattie e sindromi (è stato dimostrato, ad esempio, che l'attività fisica previene la depressione).

L'importanza di una dieta equilibrata è già stata ampiamente trattata sul sito Consigli Benessere, ma è opportuno in ogni caso ricordare che seguire una dieta bilanciata e scientificamente comprovata, come la dieta mediterranea, apporta numerosi benefici sia al corpo che alla mente.

Tuttavia, a causa della combinazione tra stress e pubblicità massiva alla quale siamo sottoposti quotidianamente, le tentazioni che ci portano a fare scelte sbagliate dal punto di vista alimentare sono difficili da resistere. Ecco quindi una serie di consigli per seguire in modo attento e costante una dieta equilibrata.
Innanzitutto, uno degli elementi da controllare per mangiare poco e bene è la fame; è possibile limitare la comparsa di attacchi di fame improvvisi e violenti mettendo in atto dei semplici stratagemmi che possono rivelarsi molto utili nella quotidianità. Tra questi stratagemmi, c'è quello di effettuare molti pasti ben distribuiti durante l'arco della giornata (la combinazione ideale è 5 pasti distanziati tra loro di 3 ore): mangiando poco, ma più volte al giorno, il metabolismo si mantiene sempre attivo riducendo considerevolmente la sensazione di fame.

È quindi importante non saltare nessuno di questi pasti; purtroppo, una pessima abitudine piuttosto diffusa prevede il salto della colazione, abitudine da evitare del tutto in quanto il primo pasto della giornata ha il delicato compito di rimettere in moto l'organismo dopo il riposo notturno. Proprio per questo motivo, non solo la colazione non dev'essere saltata, ma deve essere anche ricca e ben bilanciata. Si consiglia al mattino il consumo di frutta, verdura e cereali integrali, tutti alimenti molto ricchi di fibre, le quali provocano nell'intestino un senso di sazietà piuttosto prolungato.

Sembra difficile da credere, ma anche masticare gli alimenti a lungo e lentamente prima di ingoiarli favorisce la comparsa di un prolungato senso di sazietà, poiché si stimolano alcune aree del cervello responsabili di questa sensazione.
Infine, un altro espediente da utilizzare tra un pasto e l'altro per ritardare la sensazione di fame è bere acqua, che contribuisce - seppure per poco tempo - a riempire lo stomaco.

Seguendo questi semplici consigli, si riduce al minimo la comparsa durante la giornata di attacchi di fame improvvisi che si risolvono in spuntini spesso poco salutari, mentre si favorisce il mantenimento di una dieta corretta e ben bilanciata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *